La felicità si è sposata

Quand’anche uno pensasse che la felicità stia dietro l’angolo ad attenderlo, non si illuda; non è così. Essa non sempre è accondiscendente e non brama di farsi trovare con facilità. Può succedere che si affacci di tanto in tanto alla porta o che sia di passaggio e si intraveda alla finestra, ma non porta con sé le valigie e non è sua abitudine soffermarsi a lungo. La felicità è nomade per natura, è vagabonda.

Una volta mi capitava di incontrarla più spesso, era così luminosa e gratificante…e anche se le sue visite erano brevi e fugaci, amava ritornare più frequentemente di quanto non accada oggi. Forse è invecchiata anche lei come me e le viene più difficile raggiungermi!

Era sempre sola, la felicità. Non arrivava mai accompagnata da nessuno. Adesso, invece, la vedi sempre arrivare con un compagno, che sembra non desideri mai di lasciarla. Credo si sia sposata, la felicità. Il suo compagno è il dolore, e ha la brutta abitudine di restare anche quando lei è ripartita.

Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: