Archivi tag: ispirazione

Eccole

Eccole, le parole.
Così difficili da raggiungere, così in alto, lontane.
Eccole, così lucenti, quando si lasciano prendere;
tremende, intense.
Eccole, le parole.
Proprio quelle, non altre,
non diverse.
Ordinate, facili, scivolano via, veloci,
non inciampano,
non cadono, non si fermano,
non zoppicano.
Eccole, le parole.
Sono lì, e si lasciano acchiappare,
agguantare.
Così sfacciatamente, con fastidiosa semplicità.
Dopo avermi fatto morire,
dopo l’angoscia, la solitudine,
il deserto.
Eccole, maledette.

Eccole. Le parole.

Contrassegnato da tag , , ,

L’ispirazione

Adesso si vede. La luna si vede. La nebbia che copriva ogni cosa, che amorbava ogni luogo, che ne soffocava la visuale si è diradata. Adesso si vede, la luna. È alta nel cielo, è grande, luminosa, candida, viva. È un astro pulsante, che comunica, sussurra al cuore non alle orecchie, la puoi sentire con l’anima non con i sensi. È un astro eterno perché eterno è il suo parlare. Perché le sue parole sono fatte d’aria e sono leggere come l’estate, sono fresche come l’acqua e sono limpide come gli occhi.

Non si può vivere senza quel vociare, senza quel sollettico. No. Perché senza la luna l’esistenza è spenta, è piatta, è nuda. Perché senza di essa non è vita, non è morte, non è speranza. Perché l’aridità può essere spazzata via solo con la sua luce, con la sua luminosità candida. Perché così è da sempre e così sarà. Perché i mari in cui si immerge la accolgono senza timore, perché i cieli che la ospitano piangono per essa, perché la notte che la accompagna vive per lei. Così come l’uomo. L’uomo che non vive per se stesso ma per ciò che la luna gli concede, gli dona, gli suggerisce. L’uomo che non sopravvive quando è notte, quando è buio e quando le tenebre la ricoprono. Perché la luce della luna è più importante di quella del sole. Perché il sole riscalda l’esterno e la luna l’interno, ma è quello della luna il calore necessario. Perché si muore quando si è gelidi dentro, si muore dentro ma si muore anche fuori. È solo questione di tempo.
Ma la nebbia si è diradata e la luna è nel cielo. È alta, è vera. È la luna.

 

Contrassegnato da tag , , , ,